Prestiti Cambializzati o Finanziamenti con Cambiali Veloci Online 2020

prestiti cambializzati sono pensati per quanti, privi delle idonee garanzie, hanno necessità di soddisfare in tempi brevi necessità di denaro, a causa di spese improvvise oppure di una una situazione economica difficile. Non potendo accedere a un finanziamento tradizionale, i richiedenti si rivolgono a istituti di credito e finanziarie per il prestito cambializzato on line veloce, noto anche come prestito fiduciario; la somma concessa in questo tipo di prestito, viene restituita dal richiedente attraverso le cambiali. Con i comparatori di prestiti online gratis puoi confrontare le offerte presenti sul mercato.

Trova il prestito su misura per te grazie al motore di ricerca online:

Ottieni Fino a 60.000 € – preventivo in 5 minuti – tempi di risposta rapidissimi

RICHIEDI PRESTITO ORA >>

GRATIS e senza impegno

Prestiti cambializzati: che cos’è una cambiale

La cambiale si utilizza nei finanziamenti con cambiali ed è un titolo di credito che contiene la promessa di estinguere il debito entro una data scadenza. Viene emessa a favore del creditore, che la possiede e dunque può farla valere per rientrare in possesso della somma prestata.

Grazie alla cambiale il debitore può rinviare il pagamento del debito a una data concordata con il creditore. Il possessore della cambiale potrà agire contro il debitore in caso di insolvenza. Se sceglierai di richiedere un prestito cambializzato sappi che esistono due tipi di cambiali:

  •  il pagherò: conosciuta anche come vaglia cambiario; il debitore promette di pagare il debito al beneficiario;
  • la tratta: con questa cambiale il traente invita il trattario a pagare una somma di denaro a un terzo soggetto, il beneficiario.

Se il debitore non è in grado di far fronte al debito creato con il prestito pagando la cambiale si verifica il protesto: si tratta di un atto pubblico attraverso il quale l’Ufficiale Giudiziario accerta il mancato pagamento della cambiale.

prestiti cambializzati

Cosa sono i prestiti cambializzati

Il prestito cambializzato è un finanziamento personale non finalizzato da rimborsare mensilmente attraverso le cambiali. È un prestito che può essere erogato in tempi rapidi; le cambiali possono essere emesse come pagherò oppure come tratte; su di esse viene apposto un bollo, dopo che sono state compilate e firmate. Solitamente sulla cambiale è indicata anche la banca d’appoggio.

>>  leggi anche: prestiti cambializzati on line veloci

Come funzionano i prestiti cambializzati

Il finanziamento con cambiali è un prestito personale fiduciario, non finalizzato all’acquisto di un bene specifico. Il contratto relativo al prestito cambializzato prevede:

  • tasso fisso
  • rata costante

La banca che lo ha concesso prende in consegna le cambiali e le restituisce al cliente dopo che il debito è stato saldato, come fossero ricevute di pagamento.

In alcuni casi di ritiene che accedere al prestito con cambiali sia più semplice rispetto a un finanziamento tradizionale, perché le cambiali costituiscono un titolo di credito che consente al creditore di rientrare più agevolmente in possesso della cifra prestata.

Infatti se il debito non viene onorato nei tempi il creditore, in questo caso la banca, può procedere con il pignoramento dei beni del debitore, il cui debito cade in protesto. Gli enti che concedono i prestiti cambializzati sono:

  • le finanziarie
  •  i privati
  •  le banche

Le somme prestate possono variare dai 2.500 ai 50.000 euro; solitamente il piano di rimborso tramite cambiali non va oltre i dieci anni. La concessione del prestito cambializzato non è automatica; le banche lo concedono raramente e nella maggior parte dei casi non viene erogato se non c’è alcuna documentazione relativa al reddito del richiedente.

>> leggi anche: prestiti cambializzati a domicilio

 Come ottenere un prestiti cambializzati online

Il prestito cambializzato può essere richiesto anche online ed erogato a domicilio. Grazie a questa procedura veloce il richiedente potrebbe ottenere la somma nel giro di 48 ore, al termine di una veloce ma accurata istruttoria da parte dell’ente che concede il denaro.

Una volta concesso il prestito online, un incaricato della società erogante si recherà al domicilio del richiedente per consegnare la somma, in contanti oppure con un assegno non trasferibile; in alcuni casi la banca dispone un bonifico in favore del cliente. Oltre al denaro l’incaricato consegnerà la documentazione, che il richiedente dovrà controfirmare per ufficializzare l’accordo.

prestiti con cambiali

Ottieni Fino a 60.000 € – preventivo in 5 minuti – tempi di risposta rapidissimi

RICHIEDI PRESTITO ORA >>

GRATIS e senza impegno

A chi sono rivolti i prestiti cambializzati

Sono numerosi i soggetti che possono richiedere un finanziamento cambializzato. I pensionati possono presentare una richiesta dietro consegna della certificazione INPS e della firma delle cambiali. I pensionati sono i più assidui richiedenti del prestito cambializzato a domicilio, perché è comodo e veloce. I documenti richiesti solitamente dall’istituto sono:

  •  i cedolini della pensione;
  • la Certificazione Unica;
  • il codice fiscale;
  • un documento d’identità valido.

Il soggetto pensionato dovrà rimborsare mensilmente il debito attraverso il pagamento di una somma che non può superare il 30% dell’importo della pensione.
I lavoratori dipendenti invece, sia quelli statali che i privati, devono avere determinati requisiti per accedere al prestito con cambiali:

  • anzianità lavorativa minima di 2 anni;
  • aver accumulato il TFR per almeno 2 anni;
  • essere titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato;
  • avere una busta paga che ricevono mensilmente.

Per poter presentare la richiesta di prestito cambializzato servono i seguenti documenti:

  • codice fiscale;
  • documento d’identità valido;
  •  le due ultime buste paga;
  • verifica del domicilio fiscale attraverso la presentazione di una bolletta con l’utenza intestata al richiedente.

La somma che il lavoratore dipendente potrà ottenere dipende fondamentalmente dalla quota del TFR maturata al momento della richiesta e dall’importo dello stipendio netto mensile.

Lavoratori autonomi

lavoratori autonomi accedono al finanziamento cambializzato solo presentato una garanzia reale o ipotecaria; in alternativa è necessaria la presenza di un garante disposto a onorare il debito del richiedente insolvente, impegnando il proprio reddito. Il lavoratore dipendente è tenuto e presentare la seguente documentazione:

  • ultima dichiarazione dei redditi;
  • codice fiscale;
  • documento d’identità valido;
  • polizza assicurativa che copre dal rischio morte e licenziamento;
  • un elenco di beni posti come garanzia per le cambiali.

Disoccupati

Se il richiedente è un disoccupato oppure un lavoratore atipico, è necessaria la figura di un garante. Stesso discorso vale per studenti, casalinghe o casalinghi; deve esserci una garanzia reale o personale per poter sperare di ottenere un prestito cambializzato in assenza di busta paga.

In caso di garanzia reale il richiedente può ricorrere all’ipoteca su un bene immobile di proprietà; nel caso di inadempienza verrà messo all’asta da un giudice; la vendita del bene servirà a onorare il debito contratto con la sottoscrizione delle cambiali.

RICHIEDI PRESTITO ORA >>

Garanzie

In caso di garanzia personale, ossia in presenza di un garante, il soggetto che subentra in luogo del richiedente per onorare il debito, deve avere determinati requisiti:

  •  essere titolare di un contratto a tempo indeterminato;
  • non avere altri finanziamenti in corso;
  • non essere protestato o inserito nella lista dei cattivi pagatori.

Il garante dovrà essere attento alle scadenze delle cambiali; non potrà addurre alcuna giustificazione se la cambiale scade, sostenendo di non essere stato informato in tempo. Sarà sua responsabilità accertare che la data di scadenza del titolo di credito venga rispettata.

Il fideiussore è responsabile del debito almeno quanto il debitore; nel caso di inadempienza anche del garante, quest’ultimo sarà segnalato come protestato o cattivo pagatore.

Oltre alle categorie elencate in precedenza, il prestito cambializzato è molto richiesto da:

  • soggetti già segnalati in quanto cattivi pagatori;
  • soggetti segnalati alla Crif o protestati;
  • soggetti già pignorati.

Queste categorie accedono con grande difficoltà a forme di finanziamento tradizionali, proprio a causa della loro storia personale. Uno dei pochi prodotti accessibili a tali soggetti è il prestito cambializzato.

Si tratta di persone che gli enti erogatori considerano inaffidabili dal punto di vista finanziario. Gli enti che sono disposti a concedere un prestito con cambiali procederanno con accurate indagini per accertare che al momento della richiesta il soggetto abbia un reddito fisso e continuativo..

finanziamenti cambializzati

Principali città

Di seguito i principali comuni dove vengono erogati i prestiti cambializzati (in ordine di richieste): Milano – Roma – Napoli – Torino – Catania – Palermo – Bari – Bologna – Brescia – Cagliari – Caserta – Firenze – Genova – Lecce – Taranto – Cosenza – Frosinone – Latina – Pescara – Verona – Belluno.

Cos’è la CAI

CAI è l’acronimo di centrale di allarme interbancaria; si tratta di una banca dati detenuta dalla Banca d’Italia. Grazie alla CAI la Banca d’Italia censisce, all’interno di un archivio informatizzato della centrale rischi, tutti gli assegni postali o bancari e la situazione delle carte di pagamento.

La CAI segnala il mancato o il tardivo pagamento di un cattivo pagatore, l’emissione di assegni scoperti e l’uso di carte di credito revocate.

In seguito alla segnalazione da parte della CAI avviene la revoca di sistema: l’effetto per il cattivo pagatore, è un divieto di 6 mesi di emettere assegni.

Cos’è la Crif

La Crif è un sistema di informazione creditizia: anche in questo caso parliamo di una banca dati detenuta da enti privati che censisce la situazione debitoria nei confronti degli istituti di credito e in generale di tutti gli intermediari di credito; nel sistema possono essere monitorate le richieste di finanziamenti, prestiti e mutui. Si viene segnalati alla Crif quando si verifica un pagamento mancato o ritardato di un finanziamento. Ogni segnalazione alla Crif in qualità di cattivo pagatore ha come conseguenza:

– difficoltà da parte del soggetto nell’ottenere un ulteriori finanziamento, sia esso un prestiti, un mutuo o un fido;

– impossibilità di ottenere una carta di credito;

– la possibilità per il soggetto, già detentore di un fido o di una carta di credito, di vedersi revocare il fido o la carta di credito da parte della banca, qualora sia previsto nel contratto stipulato;

– la banca alla quale il soggetto si rivolge, potrebbe rifiutare l’apertura di un conto corrente; l’istituto invece non può chiudere un conto corrente già aperto.

Prestiti cambializzati: Vantaggi

La concessione di un prestito cambializzato presenta diversi vantaggi. Innanzitutto il finanziamento viene erogato in tempi relativamente brevi. Il beneficiario non è tenuto a specificare cosa intende fare della somma prestata.

È un tipo di prestito pensato anche per categorie normalmente tagliate fuori dal credito, come cattivi pagatori, protestati, disoccupati, extracomunitari con il permesso di soggiorno, lavoratori atipici.

Un altro vantaggio del prestito cambializzato sta nella possibilità di ottenerlo anche in contemporanea con altri finanziamenti; inoltre è possibile estinguerlo senza incorrere nel pagamento di alcuna penale.

Prestiti Cambializzati: Svantaggi

Lo svantaggio principale del prestito cambializzato è la scarsa possibilità di ottenerlo da parte di banche e istituti di credito. Nel caso di mancato o ritardato pagamento di una cambiale il creditore è autorizzato a chiedere il pignoramento dei beni del debitore, anche in tempi molto brevi.

Se la cambiale scade senza essere stata onorata diventa impossibile non solo ottenere un nuovo finanziamento ma anche aprire un conto corrente. I prestiti con cambiali sono caratterizzati da tassi di interesse e spese accessorie più alte di quelle previste nei finanziamenti tradizionali.

Tassi d’interesse dei prestiti con cambiali

Il prestito cambializzato prevede un costo elevato di TAEG e TAN; la causa è l’alto rischio che corre l’ente erogatore a concedere in prestito somme a soggetti a rischio. Oltre al compenso per il rischio che la banca si accolla, il costo elevato del prestito con cambiali è dovuto alla natura stessa del finanziamento; si tratta di un prestito costoso a causa del fatto che le cambiali hanno un costo che si aggiunge alle altre spese previste (marche da bollo, spese di istruttoria e altre).

Il richiedente ha la possibilità di scegliere tra due tipi di prestito cambializzato:

  • prestito a tasso variabile;
  • prestito a tasso fisso.

Il prestito cambializzato a tasso variabile è molto raro. Nel prestito con cambiali a tasso fisso dell’ammontare di 10.000 euro, i tassi di interesse del finanziamento si attestano tra il 4% e il 9%. La percentuale accordata dipende dai requisiti del richiedente, dalla sua storia personale e dal piano finanziario che l’ente erogatore avrà stabilito.

Prestiti e normative

Di seguito trovi i decreti legislativi relativi ai prestiti:

Decreto legislativo n. 141/2010 relativo ai contratti di credito al consumo

Decreto legge n. 63/2013 sulla prestazione e certificazione energetica

Decreto legislativo n. 206/2005: Codice del consumo

Decreto legislativo 21 febbraio 2014 n. 21

Normativa antiriciclaggio

Conclusioni

Il prestito cambializzato appare come una soluzione da adottare solo in casi di estrema necessità e in casi urgenti e urgentissimi. Nonostante ci siano diversi vantaggi legati a questo tipo di finanziamento, c’è da considerare la difficoltà di ottenerlo per alcune categorie di soggetti, quelli più in difficoltà.

Inoltre non è da trascurare il rischio concreto che a causa di una cambiale non onorata si incorra in un pignoramento dei propri beni. Qualora non se ne possa fare a meno il prestito con cambiali resta comunque un’ipotesi da prendere in considerazione.

Ottieni Fino a 60.000 € – preventivo in 5 minuti – tempi di risposta rapidissimi

RICHIEDI PRESTITO ORA >>

GRATIS e senza impegno

Ecco le principali società finanziarie, istituti bancari e mediatori creditizi presenti sul mercato:

IBL Banca, UniCredit Banca, UniCredit Consumer Finance, UniCredit Family Financing, Crediper – BCC, CreditoConsumo, Creditis, Deutsche Bank Easy, Logos Finanziaria, Neos Finance, Prestitalia, Prestitempo, Conafi Prestito, ConEtruria S.p.A., ProFamily, Santander Consumer Bank, Siglacredit, Silf, Intesa Sanpaolo, Intesa Sanpaolo Personal Finance, Consel, Elastys di Credit Lift, Electa (Prestiti Forus), Fiditalia, Finatel, Findomestic Banca, Agos S.p.A. (Agos Ducato), Banca Monte dei Paschi di Siena, Barclays Bank PLC, BBVA Finanzia, BNL Finance, Carifin Italia, Citifinancial, Younited Credit, 4Credit, Cofidis, Compass, Prestimarket, King.

35 commenti su “Prestiti Cambializzati o Finanziamenti con Cambiali Veloci Online 2020”

  1. buon giorno , cerco un prestito di 15.000,00 urgente anche con cambiali,
    premetto; tenendo in considerazione che o già avuto fregature, come richiesta di spese per il pagamento di assicurazioni non intendo versare anticipi sino all’erogazione.
    cerco società seria
    se chiedete anticipo per la pratica o per assicurazioni non contattatemi Grazie della attenzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *